Come calcolare il metabolismo basale ed il fabbisogno energetico giornaliero

  1. Home
  2.  
  3. Consigli nutrizionali
  4.  
  5. Come calcolare il metabolismo basale ed il fabbisogno energetico giornaliero

Come calcolare il metabolismo basale ed il fabbisogno energetico giornaliero

  1. Home
  2.  
  3. Consigli nutrizionali
  4.  
  5. Come calcolare il metabolismo basale ed il fabbisogno energetico giornaliero

Come calcolare il metabolismo basale? Innanzitutto vediamo cosa è il metabolismo basale (MB), il metabolismo basale rappresenta la quantità minima di energia necessaria per mantenere le funzioni vitali del corpo in condizioni di riposo, ad esempio, quando una persona è sveglia ma a digiuno da almeno 12 ore e in una stanza a temperatura ambiente. Queste funzioni vitali includono la respirazione, la circolazione sanguigna, la regolazione della temperatura corporea, la produzione di cellule e altre attività cellulari di base.

Il metabolismo basale è influenzato da diversi fattori, tra cui l’età, il sesso, la massa magra (muscoli e tessuto magro), la massa grassa e la genetica. Esistono diverse formule per calcolare il metabolismo basale, e una delle più comuni è l’equazione di Harris-Benedict.

Formula di Harris-Benedict per il metabolismo basale:

Per gli uomini:

MB=88,362+(13,397×peso in kg)+(4,799×altezza in cm)−(5,677×etaˋ in anni)

Per le donne:

MB=447,593+(9,247×peso in kg)+(3,098×altezza in cm)−(4,330×etaˋ in anni)

Un altro metodo per calcola in maniera approssimativa il MB è quello di moltiplicare il proprio peso corporeo per 21 (riferito alle donne) o 23 (riferito agli uomini):

Per gli uomini:

MB = peso in kg×23

Per le donne:

MB = peso in kg×21

Dopo aver calcolato il metabolismo basale, è possibile stimare il fabbisogno calorico totale giornaliero (Total Daily Energy Expenditure = TDEE) moltiplicando il metabolismo basale per un coefficiente che tiene conto del livello di attività fisica, i cosiddetti LAF.

Ad Esempio:

Fabbisogno calorico totale=Metabolismo basale× LAF

I livelli di attività fisica possono variare da 1.2 (sedentari) a 2.5 (molto attivi). Si va da 1.2 a 1.4 per i soggetti sedentari, da 1.4 a 1.6 per chi è poco attivo, da 1.6 a 1.9 per chi è attivo e infine gli atleti possono avere un LAF compreso tra 1.9 e 2.5 con eccezioni ancor superiori in casi particolari.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo, grazie!


Diego De Carolis - Nutrizione & Performance